Lettera del Dirigente (clicca qui per la versione PDF)

Bari,10 marzo 2020

Cari ragazzi, cari genitori, cari docenti e personale tutto della scuola,

la comunicazione di riflessioni e di intenti, in questo momento particolare che stiamo vivendo, ci permette di superare distanze e di sentirci più vicini. Eccomi, allora, a scrivervi per raggiungere le vostre case e le vostre famiglie in modo da stabilire un contatto, quello umano, che è più forte di ogni barriera e che sconfigge paure e insicurezze.
La vita per alcune settimane, probabilmente mesi, ci chiederà un cambio di passo. Non saremo più padroni delle nostre classi, dei nostri laboratori, del nostro territorio abituale di azione e di coinvolgimento caratterizzato da voci, interventi, spiegazioni, ritardi, assenze, verifiche, interrogazioni, colloqui, riunioni … Elementi che, da sempre, hanno caratterizzato la nostra vita scolastica, che davamo per scontati e che, invece, in un attimo, sembrano essersi cristallizzati. Un virus ci sta facendo sperimentare una nuova condizione di vita e, apprezzare, contemporaneamente, ciò che abbiamo sempre avuto e, magari, non sempre veramente considerato.
Uno spazio limitato e confinato, assurdo a dirsi, è quello che attualmente porta maggiore sicurezza fisica e morale. Ma non saranno quattro mura a rinchiudere l’amore: l’amore inteso come passione per ciò che facciamo e per chi ci circonda, come fiducia nel prossimo, come rispetto di noi stessi, della società a cui apparteniamo, dei luoghi impressi nei nostri cuori. L’amore vero, sincero e puro nei confronti della vita è una forza incontenibile che nulla (né la paura, né l’angoscia, né l’oppressione) sarà mai in grado di sconfiggere. L’amore supera ogni barriera.
L’amore per la conoscenza, per l’apprendimento, per il sapere, possa persistere in voi e animare le vostre giornate, minacciate dal torpore e dalla solitudine.
L’amore per voi stessi e per chi vi circonda vi guidi in scelte comportamentali consapevoli al fine di tutelare la vostra salute e quelli di chi vi vive accanto.
L’amore per ciò che studiate e che continuerete a studiare, anche se con modalità diverse, non vi renda inerti e passivi, ma vi incoraggi a sperimentare nuovi percorsi e nuove strategie con lo spirito di chi ha voglia di “mettersi in gioco” costantemente, con flessibilità e resilienza, allo scopo di tutelare la vostra mente e di non metterla in “stand-by”.
L’amore per la vostra città e la vostra gente vi faccia essere esempio di buoni cittadini per tutelare la fragilità del popolo italiano in qualsiasi contesto, anche nel nostro piccolo.
L’amore vi inciti a vincere questa sfida, cogliendone le positività e facendone affiorare la bellezza nella difficoltà, aiutandovi ad apprezzare ciò che prima appariva scontato, a volte, persino inutile.
Non possiamo abbracciarci, riunirci fisicamente, ma possiamo essere uniti nel rispetto, nella conoscenza, nella fiducia e nella speranza. Proprio per sentirci “parte di un tutto” e continuare a camminare insieme, senza lasciare nessuno indietro, la scuola seguirà, insieme al grande contributo dei docenti tutti, il percorso della didattica a distanza a cui alunni e genitori sono chiamati a rispondere con senso di dovere e responsabilità. Ogni vostro dubbio, interrogativo, incertezza troverà un chiarimento, ma il motore effettivo del nostro progetto sarà costituito dalle volontà e dalle azioni di ciascuno, componenti di uno sforzo collettivo e condiviso: con calma e fermezza ce la faremo.
A presto

La Dirigente scolastica
Prof.ssa Giovanna Piacente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Allegati

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi